Mostra “Furere: tra follia e onirico” – Comune di Peschiera del Garda

La mostra Ferure: tra follia e onirico, si terrà presso le sale della Palazzina Storica di Parco Catullo di Peschiera del Garda. A ingresso libero e gratuito, sarà aperta al pubblico dall’8 dicembre 2018 al 20 gennaio 2019.

L’esposizione, curata da Matteo Vanzan, ospiterà oltre trenta opere, citazioni, gigantografie e video documentari. Sarà l’occasione per rileggere i Maestri del Novecento e gli artisti emergenti, riflettendo sul ruolo della follia nel contesto dell’espressione artistica. In particolare, si analizzerà l’impatto dell’inconscio quale protagonista nella creazione artistica di un uomo. Inoltre, al centro del dibattito l’interrogativo chiave: l’arte può diventare strumento per esprimere, senza condizioni, uno stato della mente?

Emblematico l’esperimento condotto nel 1956 presso il Manicomio di San Giacomo della Tomba dal medico Mario Marini sulla libertà d’espressione pittorica dei propri pazienti. Il medico in soli sette mesi raccolse infatti una produzione di quaranta opere, riunite successivamente in una mostra. Risultato: la conferma che l’arte amplifichi la realtà, poiché crea nuove esperienze, stimoli visivi, reali o evocati dalla memoria. In conclusione,alcuni artisti dipingono ciò che vedono, altri, probabilmente, ciò che ricordano o che immaginano. Citando Vittorio Sgarbi, ci sono “artisti sani che capiamo essere matti solo leggendo le loro opere e invece ci sono creatori folli che riescono a mascherare le loro deviazioni sulla tela, altri ancora che danno libero sfogo al loro tormento”.

Evento organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Peschiera del Garda, in collaborazione con MV Eventi di Vicenza.

Orari: sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00, ultimo accesso alle 18.00. Chiuso il 25 dicembre 2018 e il 1° gennaio 2019.

Resta sempre aggiornato sugli eventi del Comune di Peschiera del Garda: clicca qui.