Giornata della Memoria – Comune di Toscolano Maderno

In occasione della Giornata della Memoria il Comune di Toscolano organizza una serie di iniziative.

Di seguito il programma:

  • fino a metà febbraio, Biblioteca Comunale: scaffale con biografia dedicata alla Shoah
  • mercoledì 23 gennaio, ore 20.45, Auditorium Scuola Media: proiezione del film La signora dello zoo di Varsavia (regia di Niky Caro);
  • venerdì 25 gennaio, ore 17.30, Sala Consigliare Ex Municipio, nell’ambito di Universitando (incontri culturali del venerdì): La capitale della RSI e la Shoah. La Persecuzione degli Ebrei nel Bresciano (1938-1945). Relatore: prof. Marino Ruzzenenti – Storia;
  • sabato 26 gennaio, ore 20.45, Auditorium Scuola Media: spettacolo teatrale La nave (regia di Manuel Renga e Valerio Ameli);
  • domenica 3 febbraio, ore 17.30, Centro Studi Toscolano (Via Religione, 52): Concerto per il Giorno della Memoria (pianoforte a quattro mani Nicora – Baroffio).

Tutti gli appuntamenti per il Giorno della Memoria sono a ingresso libero.

Per restare sempre aggiornato sugli eventi di Toscolano Maderno clicca qui.

Book Online

Comune di Toscolano Maderno

Il comune di Toscolano Maderno è situato sulla sponda bresciana, quindi occidentale, del lago di Garda. Fa parte del parco regionale dell’Alto Garda Bresciano.

Toscolano e Maderno sono due centri ben distinti, divisi dal torrente Toscolano, che furono comuni autonomi fino al 1928. In particolare, Toscolano vanta origini romane, testimoniate dai resti di una grande villa di cui oggi si possono vedere parti di pavimento decorato a mosaico e che sarebbe stata di proprietà del console bresciano Marco Nonio Macrino.

La chiesa parrocchiale di Toscolano, fondata nel 1571 e dedicata ai santi Pietro e Paolo, fu per lungo tempo sede estiva della diocesi di Brescia. Essa contiene un importante ciclo pittorico dell’artista veneziano Andrea Celesti.

Nella parte finale della valle del fiume Toscolano, a partire dal 1300 si è sviluppata l’industria della carta, tra i primi e più importanti luoghi in Europa. Per questo tale tratto di valle è chiamato “Valle delle Cartiere“.

Il comune ospita poi l’Orto Botanico, facente parte della Rete degli orti botanici della Lombardia, un’associazione che riunisce sette orti botanici della Regione Lombardia, fondata nell’anno 2002 con lo scopo di tutela, studio, promozione e valorizzazione del patrimonio culturale vegetale degli Orti Botanici.

Learn more