Conferenze dei Civici Musei d’Arte di Verona – Città di Verona

Riprende il 23 ottobre il ciclo di conferenze organizzato dalla Direzione Musei d’Arte Monumenti del Comune di Verona. Gli incontri si svolgeranno presso il Palazzo della Granguardia, in Piazza Bra a Verona.

In programma sette incontri con relatori di grande prestigio che potranno costituire un’occasione di incontro formativo sia per il mondo universitario, sia per il pubblico di appassionati oltre a rappresentare un importante punto di riferimento per la vita culturale della città di Verona.

Di seguito il programma del ciclo di conferenze:

  • Le chiese rupestri di Matera. Tra archeologia e valorizzazione, Francesca Sogliani. Martedì 23 ottobre 2018 alle ore 17.30;
  • L’arazzo/ricamo di Bayeux. L’universo medievale di Guglielmo il Conquistatore, Xavier Barral i Altet. Martedì 27 novembre 2018 alle ore 17.30;
  • La Divina Commedia illustrata. Un percorso tra manoscritti miniati, Chiara Ponchia. Martedì 11 dicembre 2018 alle ore 17.30;
  • Il lungo viaggio dell’archeologia, Andrea Augenti. Martedì 15 gennaio 2019 alle ore 17.30;
  • Il Salvator Mundi di Leonardo: la scoperta, le polemiche, l’attribuzione, Pietro Marani. Martedì 19 febbraio 2019 alle ore 17.30;
  • I Musei Vaticani nel Terzo Millenio, Barbara Jatta. Martedì 12 marzo 2019 alle ore 17.30;
  • L’eredità di Leonardo a Milano. La Sala delle Asse e gli inediti disegni preparatori, Claudio M. Salsi e Francesca Tasso. Martedì 2 aprile 2018 alle ore 17.30.

Alla fine del ciclo di conferenze, agli interessati che avranno presenziato ad almeno cinque dei sette incontri previsti, verrà rilasciato un attestato di frequenza per acquisire crediti formativi, se riconosciuti dagli Enti preposti. La presenza dovrà essere comprovata da firma all’inizio e al termine della conferenza.

L’ingresso è libero, fino a esaurimento dei posti a sedere (in base alle norme di sicurezza).

Per maggiori informazioni:

  • telefono 045 8062611
  • mail castelvecchio@comune.verona.it

 

Book Online

Città di Verona

Città con oltre due millenni di storia, Verona è internazionalmente conosciuta per la sua romantica storia.

Verona è un comune italiano di 257 601 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia situata in Veneto. È la seconda città della regione per popolazione dopo il capoluogo, Venezia.

La città scaligera, nota come luogo della tragedia di Romeo e Giulietta, è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dallUNESCO per la sua struttura urbana e per la sua architettura: Verona è un chiaro esempio di città che si è sviluppata progressivamente e ininterrottamente durante duemila anni, integrando elementi artistici di altissima qualità dei diversi periodi che si sono succeduti; rappresenta inoltre in modo eccezionale il concetto di città fortificata in più tappe determinanti della storia europea.

La provincia di Verona è situata nella parte sud occidentale della regione Veneto, a ridosso della sponda orientale del Lago di Garda, noto per la bellezza del suo paesaggio con verdi colline, dolci rilievi, piccole e grandi spiagge. A completare questo splendido dipinto, piccoli borghi con caratteristiche case colorate e magnifiche ville, simbolo di un’antica e raffinata prosperità. 
Numerosi sono anche i castelli, le torri, gli eremi, i monasteri, i santuari e le antiche pievi romaniche sparsi su tutto il territorio veronese, testimonianze di notevole interesse artistico e storico.

Nella parte più a nord, la Lessinia, con il suo Parco Regionale, e il Monte Baldo segnano il passaggio dalla pianura padana all’area alpina: un incantevole sfondo naturale per praticare trekking ed escursioni tra boschi di faggio, praterie, oliveti, vigneti e frutteti. Un ambiente di eccezionale valore che ha fatto meritare al Baldo l’appellativo di Hortus Europae – giardino d’Italia e d’Europa.

Nel cuore della provincia veronese, si trova la Valpolicella, terra di storia e di sapori dove, nonostante le tante ville storiche, la tradizione vinicola domina su tutto come vero elemento caratterizzante del territorio. Qui si producono pregiati vini conosciuti in tutto il mondo e raffinati secondo tecniche particolari ed uniche in Italia.
Più a sud si trova la zona del Basso Veronese, un mondo a sé, con i suoi ritmi lenti, i luoghi silenziosi, i colori mutevoli, una dimensione di vita ormai quasi dimenticata che ti accoglie con la stessa generosità dei suoi abitanti.

Learn more