Comunicato stampa “Cremona per Ugo”

Conto alla rovescia per l’edizione 2017 della manifestazione “Cremona per Ugo”. Il Comune di Cremona, in collaborazione con la famiglia dell’artista e attraverso il Comitato Tognazzi, ha infatti continuato a lavorare per valorizzare la figura del grande Ugo organizzando anche per quest’anno un ricco programma di iniziative. Giunta al terzo anno di vita, la manifestazione pone questa volta l’attenzione sul “Tognazzi invisibile”.
Primo appuntamento venerdì 27 ottobre, anniversario della scomparsa dell’attore e regista, quando, al Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia, sede di Cremona, dalle 16 alle 18.30, si terrà il seminario dal titolo “Gli invisibili di Ugo”. Il noto critico e studioso Tatti Sanguineti ed Elena Mosconi, docente di Storia del cinema presso il Dipartimento, analizzeranno alcuni film “invisibili” interpretati da Tognazzi negli anni Sessanta. Da Gente moderna, episodio di Alta infedeltà in cui Tognazzi è diretto da Monicelli a L’immorale diretto da Pietro Germi, passando per Ménage all’Italiana e Follie d’estate, sono numerosi i titoli spariti dal mercato home video, che condannano il cinema italiano – anche d’autore – a non essere visto né conosciuto dal pubblico, soprattutto quello più giovane. L’operazione di recupero e di studio dei materiali legati alla carriera cinematografica dell’attore cremonese è lo scopo dell’Archivio Tognazzi, promosso dall’Università insieme al Comune di Cremona: un luogo dove recuperare la memoria dell’attività professionale di Ugo Tognazzi, nel quale si conservano locandine, manifesti, sceneggiature, fotografie, film, per la consultazione e lo studio da parte degli studiosi e degli appassionati.
Sempre il 27, alle 21, al Cinema Filo, Tatti Sanguineti sarà l’ospite d’onore della serata che prevede due momenti: la premiazione del concorso di cortometraggi ispirati a Ugo Tognazzi, Come se fosse Antani, giunto anch’esso alla sua terza edizione e, a seguire, Ugo “privato”: gli home movies di Tognazzi tra set e jet set, proiezione di filmati amatoriali di proprietà della famiglia Tognazzi realizzati sul set di celebri film (da La voglia matta a Il federale) e in occasioni private e semi-pubbliche, come i celebri tornei di tennis organizzati dall’attore per il trofeo “Lo scolapasta d’oro”. La serata, resa possibile grazie alla collaborazione di Gianmarco Tognazzi, figlio dell’attore, sarà commentata da Tatti Sanguineti e da Bice Brambilla, nipote di Ugo. Entrambi gli eventi sono ad ingresso libero.
Altra novità di quest’anno sono i percorsi per le scuole dal titolo A scuola con Ugo, un progetto per l’anno scolastico in corso, che ha per tema il cinema di Tognazzi e la storia d’Italia. Confermato il concorso gastronomico per i ristoratori della provincia di Cremona con premiazione del piatto vincitore durante la giornata conclusiva della Festa del Torrone. Il 13 e il 14 novembre, alle 21.15, al Teatro Filo, lo spettacolo di musica e poesia di Gianmarco Tognazzi La Guardiana. Si prosegue il 26 novembre con la proiezione di uno dei film di culto di Ugo Tognazzi, Amici miei Atto II, diretto da Mario Monicelli, in programma alle 21 al Cinema Filo. Altra proiezione il 30 novembre, alle 21, al Cinema Chaplin di via Antiche Fornaci. In questo caso si tratta del film Figli della notte di Manuel De Sica. Infine la mostra, dal 16 al 30 dicembre, Fermo Immagine, al Museo del manifesto cinematografico di via Zuretti a Milano per ripercorrere la carriera di Ugo Tognazzi attraverso manifesti d’autore realizzati da 33 grafici ed illustratori ispirandosi e rivisitando quelli originali.
“Prosegue anche quest’anno – dichiara l’assessore alla Rigenerazione urbana Barbara Manfredini – l’impegno a valorizzare l’opera di un concittadino che tanto ha contribuito al successo del cinema italiano nel nostro Paese e nel mondo. Il programma messo a punto, condiviso all’interno dell’apposito Comitato a suo tempo costituito, tra conferme e novità rispetto alle formule delle due precedenti edizioni, vede protagonisti il cinema, il teatro e quindi la grafica d’autore con l’importante mostra che si terrà in dicembre a Milano. Tra le novità cito innanzitutto lo spettacolo teatrale di Gianmarco Tognazzi, dove si uniscono musica e poesia. Altrettanto innovativo è il coinvolgimento delle scuole, realizzato grazie all’ormai consolidata sinergia con il Dipartimento di Musicologia dell’Università di Pavia, che permetterà di svolgere un’interessante relazione tra il cinema di Tognazzi e la storia d’Italia. Un modo questo per fare conoscere anche alle giovani generazioni, attraverso un percorso didattico, un grande protagonista della storia del cinema italiano di cui Cremona, dove è nato e al quale è sempre stato molto legato, va giustamente fiera”.

Scarica qui il programma di “Cremona per Ugo”: Programma Cremona per Ugo 2017