Comunicato stampa : “TEATRO AL CASTELLO” – Desenzano del Garda

Sei spettacoli estivi dal 23 giugno al 18 agosto

Si alza il prossimo 23 giugno il sipario della rassegna teatrale “Teatro al Castello” di Desenzano del Garda. Sei spettacoli nell’anfiteatro del Castello (in caso di pioggia all’auditorium Celesti in via Carducci 6), con inizio alle 21.15.

L’apertura della rassegna è in grande stile, venerdì 23 giugno, con “Guardiana”, spettacolo di musica e poesia scritto e interpretato da Francesca Merloni, con le musiche originali del pianista Remo Anzovino, la partecipazione di Gianmarco Tognazzi, attore e regista, e le scenografie di Bruno Ceccobelli. Evento a ingresso liberi, organizzato dal Comune di Desenzano in collaborazione con il circuito Garda Musei.

Lo spettacolo è prodotto da Lorenzo Zichichi e dalla sua Casa Editrice “Il Cigno GG Edizioni”, che sposano questa avventura ritenendola una nuova frontiera dell’arte contemporanea, nella sua accezione più ampia. “Guardiana è a tutti gli effetti un’opera lirica contemporanea – dichiara Lorenzo Zichichi – dove per lirico si intende un libretto scritto da una poetessa, in cui l’interpretazione verbale è melodia vocale, grazie a una emozionante recitazione. Lo spettacolo è nuovo tipo di opera contemporanea, in cui le musiche sono calibrate sulle parole e, di fatto, si ascolta la poesia, accompagnata dalle note musicali, che non sono un semplice sottofondo, ma ne strutturano la componente emotiva”.

Il programma di “Teatro in Castello” proseguirà poi domenica 9 luglio con la commedia brillante in dialetto bresciano di Velise Bonfante “L’è mai isé come par” portata in scena dalla Compagnia de Riultèla, con la regia di Annamaria Melda.

Venerdì 21 luglio, la collaborazione tra Comune e il CTB (Circuiti Teatrali Lombardi) porterà in scena il Teatro Laboratorio con “El Bibbiù”, spettacolo comico-grottesco di e con Achille Platto.

Domenica 30 luglio toccherà invece alla Compagnia Il Nodo nello spettacolo “L’Hotel del libero scambio”, capolavoro della pochade scritto da Georges Feydeau nel 1894 per una serata all’insegna del divertimento in una nuova e colorata ambientazione anni ‘50.

Venerdì 4 agosto l’anfiteatro del castello vedrà all’gli attori di Viandanze Teatro in “La conferenza degli uccelli” di Farid Udin Attar.

Infine, venerdì 18 agosto i Jashgawronsky Brothers chiuderanno la rassegna in allegria con “Un, dos, trash!” di Diego Carli. I tre fratelli da tempo scorrazzano in lungo e in largo per portare la loro musica da riciclo in ogni angolo del globo. Insuperabili inventori di improbabili strumenti, oggi i fratelli cominciano un nuovo viaggio partendo da dove tutto era iniziato: il trio. Brother Pavel, il decano e portavoce della famiglia, sempre ligio al motto: the show must go on. Brother Suren, inarrestabile ideatore di marchingegni sonori e gag a perdifiato. Brother Richard, il fratello più piccolo, sembra ottuso ma è un virtuoso di ogni strumento che gli capiti a tiro. I tre fratelli attraversano con disinvoltura i generi musicali con la consapevolezza che nessun incidente potrà fermarli e che una risata è il miglior antidoto allo stress della vita moderna.

Ingresso teatro 7 euro, biglietto ridotto 5 euro.
Per ulteriori informazioni: Servizi culturali, Via Carducci 7, Desenzano.

Tel. 030 9994275 – cultura@comune.desenzano.brescia.itwww.comune.desenzano.brescia.it